Link utili

Temi del convegno

Gli oggetti di studio del convegno sono:

1. Contenuti liberi:
Sono gli oggetti della conoscenza. Testi, immagini, filmati...
La loro circolazione è garantita da licenze libere quali le Creative Commons.
Esempi: Documentazione didattica, ricerche scientifiche, produzioni artistiche, libri di testo...

2. Formati aperti:
Gli oggetti della conoscenza sono codificati digitalmente. Per avere garantita la possibilità di decodifica, è necessario che questi utilizzino formati aperti, con specifiche pubbliche e non nelle mani di aziende private.
Esempi: ODF, OGG, HTML...

3. Archivi aperti:
Sono in generale tutti i contenitori di contenuti liberi. Sono principalmente (ma non solo) piattaforme in rete. Organizzano e rendono più accessibili i contenuti liberi.
Esempi: Open Archive (UNIVR), GOLD (Indire), Internet Archive, ...

4. Contenuti e contenitori collaborativi:
Sono un tipo particolare di contenuto libero, creato collaborativamente grazie alle nuove opportunità di comunicazione fornite dalla rete.
Esempi: Wikipedia

5. Software libero:
E' lo strumento tecnologico che permette la creazione di contenuti, la loro codifica digitale, la loro organizzazione in archivi, la loro gestione collaborativa e la loro divulgazione. E' in se stesso un contenuto libero, grazie a licenze libere quali la GPL, che ne permettono liberamente l'utilizzo, la copia, la modifica, la ridistribuzione.
Esempi: Sistemi operativi: Ubuntu, ... ; Applicazioni: Open office, Firefox ...

6. Licenze libere:
La licenza libera è l'elemento comune ai primi 5 oggetti. E' il vero motore caratterizzante della condivisione.
Esempi: Creative Commons, GPL...


Il convegno studia anche gli aspetti educativi e sociali legati alla gestione dei suddetti oggetti quali:

7. Metodologie didattiche:
Come i nuovi modelli di sviluppo software e di creazione e distribuzione dei contenuti possono ispirare nuovi metodi di insegnamento e apprendimento, quali ad esempio quelli basati sulla collaborazione (centralizzata o distribuita).

8. Il cambiamento:
Studio dell'impatto che la rivoluzione del digitale ed i nuovi modelli di gestione e fruizione della conoscenza hanno a livello personale, culturale, sociale e professionale. Strategie, fatiche, opportunità e tempi del cambiamento.
Innovatori e fondamentalisti.
Studio dell'evoluzione della mentalità (graduale o a gradoni?)


E' preferibile che ogni anno il convegno ruoti attorno ad un tema specifico trasversale, per garantire una proposta sempre diversa e stimolante.
Per lo stesso motivo è importante che il convegno offra sia interventi introduttivi che avanzati.

Il convegno tratterà i temi nel modo più approfondito possibile, privilegiando gli interventi originali e personalizzati, che stimolino il dibattito e la ricerca del miglioramento.
Il convegno vuole promuovere lo spirito critico, senza aver paura delle provocazioni costruttive.